Il desiderio di essere inutili

Oggi vi voglio presentare la mia ciurma di musicanti visionari. Quella con cui viaggerò  per raggiungervi in ogni latitudine e raccontarvi la mia storia. Da destra verso sinistra potete fare la conoscenza di Radar, Victor, Lemuri, Fede e Pier. Ci siamo incontrati tutti in momenti diversi, durante i nostri viaggi sulla sponda nascosta del nostro cuore blu. In questa foto guardiamo verso l’orizzonte con lo sguardo curioso. La vita è colma di sorprese e di piaceri. Siamo alla ricerca dei nostri e dei vostri sogni perduti. E’ la nostra missione. Ritrovare i sogni che riempivano i nostri giorni fin da bambini e che abbiamo perso o volutamente dimenticato. Ci hanno detto che si dove diventare adulti, che vivere significa essere concreti e responsabili. Ma noi vogliamo questo e quello. Vogliamo essere uomini che mantengono intatta la purezza e la bellezza di giocare con il mondo che ci circonda. Magiaci aveva ragione. Abbiamo trovato la nostra isola del tesoro. L’abbiamo trovata nel nostro mondo interiore, nel cuore blu, nel nostro lavoro di visionari. Trascorrere la vita in un mondo di fantasia, questa è la nostra isola del tesoro. Naturalmente, è vero che i mondi che ci capita di visitare seguendo le nostre ricerche possono spesso venir giudicati puerili o inutili, talmente sono lontani dai problemi quotidiani, ma quando pensiamo a chi ci accusa di essere inutili, e a quello che invece viene giudicato da loro utile, allora facciamo un confronto e non solo proviamo piacere ad essere inutili, ma ne sentiamo addirittura il bisogno.